hosting per e-commerce

Hosting per e-commerce

Hosting – cos’è

Con il termine hosting per e-commerce s’intende un particolare servizio per il web; fondamentale per chi lancia un sito web. Alla base di un sito servono il domino e l’hosting. Il dominio è il nome che identifica e riconosce un’azienda, una persone o un’organizzazione su internet. Nella scelta del dominio oltre al singolo nome ancor più importante è l’estensione. Con l’estensione del dominio hai la possibilità di creare un progetto con identità personale e facilmente riconoscibile.

L’hosting è un servizio internet che permette di ospitare il sito. L’hosting per e-commerce può essere gratuito o a pagamento. Quelli a pagamento forniscono servizi hosting di qualità.

Come sceglierlo

Le aziende che forniscono dei servizi di hosting si chiamano web provider. Il compito dei provider è quello di fornire al cliente il necessario per gestire un sito internet. Le qualità e le caratteristiche dipenderanno dalla qualità dell’hosting in relazione alla spesa sostenuta per acquistarlo. Il provider fornirà quindi i server suddivisi negli spazi hosting acquistati e la parte software. Per scegliere il servizio hosting perfetto è opportuno conoscere il servizio e le modalità che vogliamo nel nostro sito. Otterremo cosi il piano che meglio rispecchia le nostre esigenze.

Soluzioni di hosting per e-commerce

hosting per e-commerceSiteground: propone delle soluzioni comode e estremamente utili per creare e gestire un negozio online. Differenti pacchetti di hosting sono a vostra disposizione come ad esempio per fare e-commerce con WordPress. Quest’ultimi è il più utilizzato grazie ai suoi aspetti quali l’affidabilità, la semplicità e i moltissimi aggiornamenti disponibili.

Register: questo provider offre un servizio guidato sia per professioni che per utenti poco competenti. Questo consente di arrivare alla creazione dello shopping online.

Per concludere possiamo quindi affermare che l’hosting per e-commerce è uno spazio web che viene acquistato da un’utente. Acquistando l’hosting e registrando il dominio web si potrà realizzare il proprio sito web.

E-commerce-per-ripartire

E-commerce per far ripartire la tua attività

Il Covid-19 ha messo in ginocchio mezza Italia, tra quarantena, chiusure forzate e ovviamente i pericoli del virus. Le poche attività che ancora lavorano, oltre a supermercati e farmacie, sono gli e-commerce. Vendere online è il solo modo sicuro di vendere, e anche se le spedizioni sono rallentate, le vendite non sono calate.

L’emergenza sanitaria ci costringe a stare in quarantena: chi può lavora in smart working, chi non può ha chiuso; le scuole e le università fanno lezioni in streaming e permettono di dare esami online oppure via Skype; gli unici spostamenti consentiti sono quelli per fare la spesa e acquistare beni di prima necessità. Tutte le attività commerciali che non vendono questi beni sono state costrette a chiudere, con un’inevitabile perdita di denaro.

Digitalizzazione ed e-commerce

e-commerce e saldiSopravvivono gli e-commerce. La digitalizzazione di ogni attività economica nell’ultimo decennio stava avanzando, ma il coronavirus le ha dato una spinta considerevole, e chi ancora non ha una presenza online, è rimasto indietro. Le vendite online, sia di beni necessari sia di prodotti di largo consumo, non sono cessate e anzi aumentano. La vendita attraverso siti e-commerce sembra essere l’unico modo sicuro di far andare avanti l’economia in questo momento, e proprio per questo in molti si sono adoperati per entrare nel mondo del web.

Molte attività, non avendo conoscenze di web design, hanno optato per la scelta più facile e veloce: creare o rispolverare la propria pagina sui social, cercando di concludere qualche vendita; ma questo non ha portato a risultati soddisfacenti. Per vendere online, il sito web è il primo passo. Soprattutto se siete un’attività che vende beni come abbigliamento, giochi, accessori per fare sport, e ogni sorta di bene che le persone possono desiderare in quarantena.

Un sito e-commerce è la soluzione ottimale per far ripartire la tua attività.

Aprire un sito e-commerce adesso vuol dire ricominciare a lavorare, raggiungere i propri clienti e anche di nuovi. Vendere online permette alle attività di andare oltre i confini del proprio quartiere o della propria città.

In questo periodo di crisi non affidarti al primo che capita. La professionalità e l’esperienza sono indispensabili per un lavoro fatto bene. Inoltre non basta avere un sito o una pagina social se questi non nascono da una strategia e non sono curati. WD We Design ti offre i servizi che fanno per te: realizziamo siti e-commerce da anni e i nostri clienti ci hanno permesso di migliorare ancora di più, fino ad arrivare a proporre soluzioni su misura, come il servizio Pay For Sale. Si tratta di un servizio innovativo che permette a voi di avere una presenza online a un prezzo ridotto, nonché una strategia di marketing ad hoc, perché il vostro successo è anche il nostro. Se sei curioso sul servizio Pay For Sale e su come può far ripartire la tua attività, contattaci.

etsy copertina

Etsy: il marketplace più famoso del web

Etsy è un negozio online, forse il più grande negozio online di vendita indipendente.

Creato nel 2005 da Robert Kalin, Chris Maguire e Haim Schoppik, Etsy è arrivato ai livelli di Amazon ed Ebay, con una sola differenza: vendere handmade.

“Nei tempi del crescente automatismo, la nostra missione è mantenere alla base del commercio il contatto umano. Ecco perché abbiamo creato un luogo dove la creatività vive e prospera poiché alimentata dalle persone. Aiutiamo la nostra community di venditori a trasformare le loro idee in attività commerciali di successo.” – Dal sito

Uno sguardo più profondo

Lo scopo di Etsy è quello di supportare gli artigiani e i prodotti fatti a mano, creativi, unici che aiutano le piccole aziende o semplicemente persone che amano inventare. È un sito internazionale, questo significa che si può iscrivere chiunque da tutto il mondo. È una cosa positiva ma negativa allo stesso tempo, poiché essendo un marketplace molto esteso puoi ricevere molti clienti; È anche vero che se ti perdi troppo in cose generiche avrai molti più concorrenti.

Trova il giusto metodo per distinguerti dagli altri venditorietsy fatto a mano

Trovare il giusto modo per vendere è la mossa giusta. La concorrenza è altissima, soprattutto trovare il giusto target e il giusto tone of voice. Se vuoi vendere internazionalmente, considera un prezzo corretto. Prezzi bassi attirano l’attenzione per noi italiani, ma chi vive all’estero non comprerebbe mai qualcosa la cui spedizione costa più del prodotto.

Aprire un negozio su Etsy potrebbe essere un’ottima idea per la tua piccola azienda. Il sito ha un’enorme visibilità ed è preso di mira da molti siti, blog, influencer che vogliono sempre incentivare la piccola creatività.

La SEO è importante anche su Etsy

La Seo è importantissima anche sui siti come Etsy. Non è importante uscire subito tra le ricerche del sito, ma è importantissimo posizionarsi soprattutto sui motori di ricerca. Alcuni consigli per posizionarsi al meglio sono:

  • usare le giuste keywords per attirare subito l’attenzione del tuo target;
  • ottimizzare la ricerca: questo significa usare un titolo e una descrizione accattivante. Cerca di inserire le parole chiave nella descrizione senza forzare troppo la lettura;
  • collega il più possibile il tuo sito con i tuoi social.

Vendere su Etsy è consigliato?

Vendere su Etsy è consigliato se sappiamo bene che intenzioni abbiamo. Non fate tutto in fretta, progettate prima il vostro negozio, fate un brain-storming di quello che volete effettivamente che i vostri clienti vedano e apprezzino. Create qualcosa di originale e vedrete che i risultati li vedrete in poco tempo.

 

e-commerce design

E-commerce design: crea il sito perfetto

E-commerce design: creare un sito e-commerce che attiri l’attenzione è importante.

Quante volte siete usciti da certi siti che fin da subito non vi attiravano visualmente? Noi non vogliamo che questo accada. Per questo avere delle buone basi nell‘e-commerce design è fondamentale per riuscire nella pubblicazione di un ottimo negozio online.

Il design è determinante.

e-commerce designIl design di un sito e-commerce è decisivo per chi vuole vendere online. Non basta avere chiaro che cosa si voglia vendere per pensare di riuscire a diventare i maggiori venditori online. Serve che il vostro sito sia intuitivo e non troppo pasticciato. Se per esempio volete aprire un negozio di abbigliamento femminile concentrato su un target giovane, certamente non vorrete progettare un sito troppo caotico, con colori scuri e font troppo decorativi.

Ricordatevi che il cliente quando entra nel vostro sito, per prima cosa osserva. Si nota subito quando un sito è scadente, perde di vista e annoia, o peggio se è confusionario. Il cliente se ne andrà subito senza nemmeno visitare le altre pagine.

Dunque cosa fare per progettare un buon sito?

La prima regola dell’e-commerce design è: il design non è solo bellezza visuale.

Il design è la composizione tra la forma visiva ed estetica e la funzionalità di ciò che va creato. L’attenzione dell’utente moderno medio è ormai veramente bassa, per questo il sito deve risultare bello esteticamente, che esprima a colpo d’occhio il tono di voce ma allo stesso tempo debba essere un sito intuitivo e semplice da navigare, senza troppi intralci, link o elementi che potrebbero disturbare la navigazione dell’utente.

I gradi di necessità di un sito e-commerce dal punto di vista grafico.

Importante

  • TIPOGRAFIA: è spesso l’elemento che viene messo più da parte durante la progettazione di un sito web. La tipografia ci racconta molto sul soggetto che vogliamo mettere in risalto. Se scegliamo di usare un font serif per esempio, so già che entrando in quel sito e osservando il font, il sito venderà sicuramente qualcosa di elegante e serio.
  • STRUTTURA DEL SITO: la struttura del sito è cruciale. Un buon sito e-commerce non dovrebbe avere una homepage caotica, anzi più libera è, meglio il cliente si orienterà.

Gli elementi principali da tenere ben in evidenza nella pagina principale sono:

  • Titolo e logo;
  • eventuale barra di ricerca se il sito è completamente e-commerce;
  • casella di scelta della lingua se il sito ne presenta più di una;
  • le possibili valute che accettate;
  • il menu, semplice ed efficace. (da preferire il menu a burger);
  • info, contatti e social in basso;
  • metodi di pagamento per rassicurare il cliente dei pagamenti sicuri.

 

Queste erano alcune dritte per sfruttare al meglio le vostre capacità. Se cerchi consulenza o hai bisogno di un buon designer di siti web non contattare a contattarci.

Il risparmio corre sul web

Il risparmio corre sul web

La nuova frontiera dell’E-commerce: occasioni di risparmio tutto l’anno.

Gli internauti più navigati non hanno dubbi: è nell’e-commerce l’antidoto anti-crisi.
Ovvero nell’acquistare prodotti di vario genere e natura tramite internet, a prezzi d’occasione.

“La convenienza è davvero tanta, si può risparmiare il 40% sull’elettronica, il 20% sulle polizze assicurative”.
Inoltre esistono moltissimi siti per i capi di abbigliamento che, in alcuni giorni della settimana vengono anche grandi firme a metà prezzo!

Scovare questi portali non è poi così difficile. Oggi, infatti, l’e-commerce è un servizio offerto da piccoli negozi quanto da grandi aziende.

In questo modo è quindi possibile acquistare di tutto: computer, smartphone, tv, libri, navigatori, abbigliamento, oggettistica varia. E in ultimo anche la polizza assicurativa dell’auto!
Ma soprattutto, si ha la possibilità di scegliere la migliore offerta; grazie alla comparazione che aiuta a concludere gli affari “migliori”.

E poi, non di meno, c’è la possibilità di vendere ilo vecchio per acquistare il nuovo. In questo modo, oltre al risparmio iniziale è possibile decurtare anche il valore del vecchio, senza doversi preoccupare, nel caso di elettrodomestici, del loro smaltimento.

Per quanto riguarda le spese di spedizione, invece, si tratta di costi irrisori, somma che viene solitamente ammortizzata facendo acquisti multipli.Il risparmio corre sul web

L’Italia risulta essere al primo posto per potenziale capacità di risparmio online tra gli altri paesi europei. Al secondo posto si posiziona la Spagna, con il 33,5%, seguita dalla Francia, con una percentuale pari al 32,8%. Percentuali inferiori sono state registrate per gli abitanti di Regno Unito (31,8%), Austria (31,1%) e Germania (30%).

La frontiera dell’e-commerce sembrerebbe dunque la “Mecca” delle occasioni e del risparmio; ma su questo punto è necessario precisare: è così per chi è introdotto e conosce portali e meccanismi di pagamento. Per i neofiti la truffa può essere dietro l’angolo.

Fortunatamente negli ultimi anni la sicurezza è aumentata e in molti casi vengono offerte garanzie sulle transazioni, piccole o grandi che siano.
Ad ogni modo, conviene avere una carta prepagata da ricaricare all’occorrenza e utilizzare formule di pagamento che offrono garanzie di tracciabilità dei pagamenti effettuati e forme di assicurazione.

Dunque, un mercato che oggi vale circa 3 mila miliardi di euro a livello globale, dove la Cina gioca un ruolo primario, con 1.320 miliardi di euro (+26%) e un tasso di penetrazione dell’online sul totale retail pari al 21%. Seguono gli USA con 680 miliardi di euro (+10%) e 18% di penetrazione e l’Europa con 670 miliardi di euro (+11,5%) e 11% di penetrazione. A trainare il Vecchio Continente sono Regno Unito, con 120 miliardi di euro (+10%), 20% di tasso di penetrazione, Germania, 89 miliardi di euro (+9%), 16% di penetrazione, e Francia, 71 miliardi di euro (+9%), 14% di penetrazione. L’Italia, con 31,6 miliardi di euro e un tasso di penetrazione più contenuto (7%), si consola con un trend di crescita più elevato (+15%).

In cinque anni il commercio online è raddoppiato;  ma soprattutto è cambiata la sua conformazione. Non solo perché lo smartphone dal 2016 è diventato il dispositivo più usato per connettersi a Internet e nel 2019 il valore degli acquisti online dallo smartphone costituisce il 40% dell’e-commerce totale (era il 34% nel 2018) arrivando a rappresentare il principale dispositivo di acquisto (50% degli acquisti a valore nell’abbigliamento, 49% nell’arredamento e home living e 48% nel beauty) e avviandosi diventare tra il 2020 e il 2021 il primo canale per gli acquisti online.

E voi siete pronti? Chiedi una consulenza senza impegno – 0574 607908

Food E-Commerce: una nuova frontiera

Food E-Commerce: una nuova frontiera

Food E-Commerce: una nuova frontiera

Da qualche anno è arrivato anche in Italia il food e-commerce, ovvero la vendita online di alimentari. Secondo i dati diffusi dall’osservatorio Digital Innovation del Politecnico di Milano, in Italia nel 2019 l’e-commerce alimentare è cresciuto di circa il 40% rispetto all’anno precedente, arrivando a 1,6 miliardi di euro.

Al momento sono principalmente le grandi catene a vendere online prodotti alimentari, e sempre più italiani preferiscono ordinare la spesa dal sito internet e farsela portare a casa. Gli aspetti positivi della spesa online sono ovvi.

  • Risparmio di tempo: mettere i prodotti nel carrello e pagare è molto più veloce di prendere la macchina, andare al supermercato, mettere i prodotti nel carrello (vero), pagare, imbustare e tornare a casa.
  • Risparmio di fatica: puoi fare la spesa stando comodamente seduto sul divano di casa e non dovrai sollevare le pesanti buste per portarle dalla macchina fino a casa.
  • Non rischierai di dimenticarti la lista della spesa perché non ti muoverai dalla tua cucina.
  • Risparmio di denaro: non ti perderai neanche un’offerta perché sono tutte a portata di click!

Nonostante l’incidenza del Food E-Commerce sia ancora marginale nell’ambito dell’e-commerce B2C italiano, è un settore in forte espansione. Perché non portare questa nuova frontiera della vendita online di prodotti alimentari anche alle attività più piccole? Il supermercato sotto casa, l’enoteca dietro l’angolo possono acquisire nuovi clienti e fidelizzarli. In molti ancora non conoscono i benefici di acquistare prodotti selezionati e non quelli delle grandi catene da casa propria.

Se hai un’attività alimentare e anche tu vuoi entrare a far parte del web per raggiungere nuovi clienti, contattaci. La nostra esperienza nel marketing online ci permette di realizzare una strategia su misura per ogni tipo di attività. Con il servizio Pay For Sale i tuoi obiettivi sono i nostri.

Pubblicizzare un E-commerce

Pubblicizzare un E-commerce

Come Pubblicizzare un E-commerce in modo vincente?

La pubblicità è l’anima del commercio. (Henry Ford)

In un mare di e-commerce, oggi è fondamentale riuscire ad identificare i metodi più efficaci per battere la concorrenza e differenziarsi nel vasto mondo del web. Già perchè non basta aver creato il perfetto e-shop per far decollare i propri affari, ricevere visite e quindi acquisti online.

Pubblicizzare un E-commerce

Pubblicizzare un E-commerce e fargli prendere il volo.

  • Primo passo, entrare in Google My Business.

Possiamo definirlo come il prosieguo delle vecchie Pagine Gialle. Aprire un account su Google My Business è completamente gratuito ed è ideale per le aziende che hanno sia una sede fisica dove incontrare i clienti che un E-Commerce.
Iscriversi è molto semplice: basta compilare i campi richiesti e confermare. È però importante seguire con attenzione le istruzioni date da Google, perché ciò determinerà se la tua azienda verrà mostrata o meno agli utenti. Un passo fondamentale è la scelta della tua categoria, che deve descrivere di cosa ti occupi il più fedelmente possibile. È questa infatti l’impostazione che, più di tutte, dice a Google chi vuoi che visiti il tuo E-Commerce o chiami il tuo servizio clienti.

  • Non trascurare l’importanza della SEO.

E’ solo attraverso un buon lavoro per il posizionamento con determinate keywords che ti sarà possibile apparire in cima ai risultati organici di Google. La miglior vetrina online esistente. E naturalemente l’utente che ti ha trovato con delle specifiche parole chiave sarà maggiormente motivato nel compiere un’azione nell’ e-shop; perchè rispondi esattamente a ciò che lui stava cercando.

  • Crea un tuo blog.

Una scelta a basso costo per attirare centinaia di nuovi clienti verso il tuo E-Commerce. Parliamo infatti della base del Content Marketing. “Basterà” creare dei contenuti di valore per il target di pubblico che ti sei prefissato. Dunque rispondi attraverso dei testi ai quesiti più comuni relativi ai tuoi prodotti; o affronta tematiche di interesse per una determinata cerchia di utenti; proponi approfondimenti utili; pubblica post che spieghino l’utilizzo dei prodotti o di azioni da compiere con i prodotti proposti; ecc. Tutto ciò ti permetterà apparire come un esperto del settore, una voce autorevole tra le tante che possono emergere tra i risultati dei motori di ricerca e, infine, il più meritevole di credito.

  • Ottieni delle recensioni per i tuoi prodotti.

Le recensioni sono infatti un megafono per la pubblicità del tuo E-Commerce. Si tratta di voci spontanee, che comunicano agli utenti un’opinione autentica e non un messaggio promozionale. Ciò aumenterà la credibilità del tuo brand e la relativa affidabilità.

  • Sfrutta i social networks.

Tra i più efficaci c’è certamente Facebook. Ricorda di alternare i post che pubblicizzano i prodotti con contenuti di altra natura. E utilizza l’ Advertising di Facebook. Presenta infatti un vantaggio veramente unico rispetto alla maggior parte degli altri canali di sponsorizzazione online: la possibilità di profilare il pubblico in maniera molto puntuale sulla base di molti fattori; quali età, genere, provenienza geografica, interessi.

Utilizza Twitter. Basati sull’ascolto e la condivisione. Questo social permette di individuare rapidamente chiunque stia parlando di un determinato argomento; magari di qualcosa di affine ai tuoi prodotti. Scorrendo la lista dei risultati, puoi scegliere di iniziare una conversazione privata con qualcuno e chiedere opinioni sul prodotto oppure inviare un link al tuo sito.

Non perderti l’occasione di essere anche su Instagram. Social che sfrutta il potere delle immagini, coem quelle dei tuoi prodotti. Ma mi raccomando, foto originali, creative, divertenti; non statitiche. Usa in maniera intelligente gli hashtag, con un misto di termini generici e specifici. Tieni inoltre presente che Instagram non ti permette di includere un link al tuo E-Commerce nei singoli post. Un’alternativa per far conoscere il tuo portale agli utenti è inserire il nome del dominio come watermark sulla foto.

Infine, apri un canale Youtube. Pubblicizzare il tuo E-Commerce attraverso i video di YouTube ti offre infatti più di un vantaggio. Uno, immagini in movimento e audio assieme sono l’ideale per promuovere un prodotto, un brand o un’azienda.
Secondo, i tuoi video saranno inclusi tra i risultati di ricerca non solo di YouTube, ma anche di Google; a tal proposito, presta particolare attenzione al titolo del video, che deve contenere una o più keyword rilevanti, ad inserire un link alle tue pagine prodotto e ad includere dei tag – in ordine di importanza – che attirino gli utenti per interesse.

Questi sono solo alcuni esempi e strumenti che ti permettono di Pubblicizzare un E-commerce. Pay for Sale e noi di WD Web Design posssiamo aiutarti ad operare le scelte più adatte per raggiungere i tuoi obiettivi specifici.
Contattaci!

Come cambia la SEO

Come cambia la SEO

Come cambia la SEO… e come cambiano le pagine Google.

Google muta continuamente. Mutano gli algoritmi. Cambiano le regole. Cambiano le sue pagine con i risultati disponibili per gli utenti. E naturalmente se cambia Google, dovrà modificarsi anche il lavoro della SEO. Soprattutto quando si intende lavorare per “scalare” la vetta di Google con parole chiave centrali per il proprio business e ottenere, conseguentemente, sempre più visite, richieste di informazioni, vendite, download…

E’ fondamentale allora conoscere, sempre, le sue regole “scritte” (poche) e non scritte (molte), le sue buone pratiche e i suoi costanti aggiornamenti.

Ma cosa è esattamente cambiato nelle pagine Google?

Come cambia la SEO
Tra il 2013 ed il 2019 è stato modificato il modo in cui appaiono i risultati organici (naturali) su Google. Da quello che si sa, Google è arrivato a questa decisione dopo aver compiuto diverse indagini tendenti a comprendere cosa poteva essere migliorato dal lato dell’utente. Diciamo che non sono più visibili come una volta e ciò è ancor più evidente da mobile.

A fare da padrone nelle pagine adesso troviamo gli annunci sponsorizzati di Google Ads. Già da tempo gli annunci derivati da campagne di SEM sono stati eliminati dalla spalla destra della pagina; inizialmente si trovavano in cima alla pagina Google, occupando le prime 3 posizioni. Oggi questi link non sono più 3, ma addirittura quasi sempre 4.
Inoltre – aspetto importantissimo – sono stati notevolmente diluiti i marcatori grafici che evidenziavano le pubblicità. Lo sfondo giallo non c’è più. Per cui per glu tenti più “distratti” è veramente difficile distinguere i link naturali e quelli sponsorizzati.

Continuando, i classici 10 risultati della prima pagina di ricerca ora non sono sempre 10, ma bensì 9, 8 o anche 7. Questo perché Ads, mappe, immagini e rich snippet occupano molto spazio e spingono alcuni risultati in seconda pagina. Questo fenomeno è passato dal 2% al 18% in pochi anni.

Altro cambiamento importante riguarda i numerosi rich snippet (risultati arricchiti da elementi grafici) che appaiono sulle SERP e che mostrano una risposta sintetica alla richiesta formulata dall’utente. Anche questo incide sfavorevolmente nella ricerca dei risultati naturali.

Alla luce di ciò, va “modificato” anche il lavoro della SEO. Vi è la necessità di rivedere continuamente le proprie strategie di ottimizzazione, migliorarle e aggiornarle.

Vuoi rivedere la tua strategia SEO? Vuoi migliorarla? La WD Web Design è formata da un team specializzato in SEO. Ottieni risultati migliori grazie al traffico che otterrai con il nostro lavoro!

Contattaci per ricevere maggiori info.

Pay for Sale e Social Network

Pay for Sale e Social Network

Pay for Sale e Social Network – una forza insieme per far crescere la tua attività di vendita online

Per una buona riuscita di un sito e-commerce è importante riunire e potenziare tutte le forze che la rete mette a disposizione.
Con Pay for Sale e Social Network si copre quasi tutto ciò che riguardano le attività in internet.

Pay for Sale riguarda la campagna di web marketing con directories, SEO, comunicati stampa e article marketing. Social Network riguarda la condivisione sui social in cui i loro membri interagiscono in un viral marketing.

Pay for Sale e Social Network

Qui alcuni dati per sottolineare l’importanza dei Social network:

Cresce in generale l’utilizzo dei Social Media e Pinterest è il Social con più crescita dal 2014, Facebook invece è il social con le maggiori condivisioni e utenti. Cresce anche il Social Sharing.

Nell’ultimo anno è Pinterest il Social Network; a registrare il più alto tasso di crescita nel mondo (ad esclusione della Cina) con + 97% nel 2014. Seguono altri due social; Instagram dedicato alla condivisione di foto con +47% e LinkedIn il popolare social dedicato alla rete professionale con +38%. Il primato dei Social è Facebook domina 42% delle social shares; nonostante la crisi con un calo del 9% nel 2014, seguito da YouTube, Twitter e Google+.

Su larga scala comunque i Social vedono crescere la loro utenza: il tempo trascorso sui social network è infatti passato da una media giornaliera di 1.61 ore nel 2012 a 1.72 nel 2014; e perché sono anche gli utenti di fascia adulta e non solo i giovani a frequentare i social.

Condivisioni sui Social

Crescono gli utenti e crescono le condivisioni sui Social, soprattutto da mobile; nella seconda parte del 2014 la diffusione di dispositivi mobile ha portato ad un incremento nella mobile device sharing activity del 28%, di cui il 49% proveniente da tablet. A seconda dell’argomento o della tipologia di dato da condividere, gli utenti scelgono un Social Network: Twitter viene maggiormente preferito per condividere eventi in tempo reale, Pinterest invece per beauty & fitness, food, e shopping.

Ad oggi possiamo dire di non poter vivere senza l’ausilio dei social; questi sono una base solida su cui far crescere la nostra azienda. Per questa ragione vi consigliamo di poterne usufruire il più possibile. Potete far riferimento a WD WEB DESIGN, agenzia web marketing di Prato formato da un team di persone competenti in materia.

Per qualsiasi informazione potete contattarci e rivolgervi ai nsotri esperti.